Preserviamo le tue emozioni, una valvola alla volta ........

I Re dei tubi di Potenza: 6550 e KT88

C'era indiscutibilmente un vuoto da colmare. Gli articoli di Ingegneria Audio tra il 1948 e il 1954 facevano uso spesso di tubi di grandi dimensioni. I libri di Audio Anthology, volumi da 1 a 3, contengono 21 articoli per la costruzione di amplificatori, di cui uno usava la 211, due usavano la 807, uno usava la 845 e uno usava la 6146 (era una new entry nel 1952).
C'era richiesta di potenza, anche se la maggior parte delle persone utilizzava altoparlanti relativamente efficienti e le trombe erano all'apice della popolarità.
L'RCA 6146 era un tubo di riferimento per certi versi. È stato progettato per ricevere 750 volt di placca e una coppia poteva erogare 100 watt. La sua applicazione principale erano trasmettitori compatti per radioamatori e alcuni amplificatori per teatri. Il suo costo era relativamente alto e non ha mai visto un uso commerciale in hi-fi. Gli unici grandi amplificatori audio a utilizzarlo erano l'Altec 1530 e alcune versioni di amplificatori RCA per la comunicazione al pubblico degli anni '50. L'unico amplificatore per strumenti musicali molto conosciuto con la 6146 era il primo amplificatore per basso Ampeg SVT, introdotto nel 1964, successivo al periodo di tempo che stiamo coprendo.
C'era quindi la richiesta di una valvola che potesse erogare più di 50 watt, con bassa distorsione e ad un costo inferiore a quello della 6146. La EL37 di Mullard poteva farlo ma era costosa quanto la 6146.
Esisteva un bisogno e venne soddisfatto nel febbraio 1955 quando la Tung-Sol, un produttore di tubi di medie dimensioni nel New Jersey, progettò la 6550. Fu ideata per essere utilizzata su apparecchiature audio domestiche e per essere meno costosa della 6146. Nessun cappuccio di placca significava nessun connettore sul cappuccio di placca e una grande base ottale con un anello in metallo a potenziale catodico ne migliorava la stabilità elettrica. Gli ingegneri Tung-Sol realizzarono un involucro distintivo per il tubo, derivato dalla vecchia forma "ST". Questo aspetto tozzo e arrotondato da "bottiglia di Coca-Cola" la distingueva dalla massa. Con una dissipazione nominale di placca di 35 watt come tetrodo e 40 watt come triodo, il marketing si vantava che: "due 6550 in push-pull avrebbero fornito la stessa potenza raggiunta nella maggior parte dei progetti esistenti mediante l'uso di quattro o più tubi". Grazie all'ampia base a basse perdite, scoraggiava le correnti di dispersione e poteva supportare 600 Volt di placca e 400 Volt sulla griglia schermo. Aveva circa il doppio di transconduttanza delle 6L6, quindi poteva produrre 100 watt con circa le stesse tensioni di pilotaggio. Le griglie della 6550 erano placcate in oro e carbonizzate, per evitare che l'emissione di griglia e il bias "fuggissero". Il risultato era simile a un tubo trasmittente, ma al prezzo di un tubo ricevente.
Come accadde per la 6L6, questo tubo ebbe un successo immediato. Numerosi amplificatori hi-fi iniziarono a usarle tra cui McIntosh MC60, Heath WM-6, Fisher 55A, Scott LK-150 (stereo).
Ci sono almeno tre varianti della Tung-Sol 6550:
Tipo 1 con getter superiore e nessun foro nella placca;
Tipo 2 con getter superiore e fori nella placca
Tipo 3 con getter superiore e laterale e fori nella placca
molte di queste versioni vennero etichettate Raytheon, RCA, Sylvania, ecc..
Per molti anni, la 6550 Tung-Sol è stata vista come una delle migliori valvole di potenza sul mercato, ma nel 1957, un concorrente apparve dall'Inghilterra. La Marconi-Osram Valve Co. di Londra, che già produceva e vendeva i tubi di potenza KT66 e KT77 con il nome Genalex (in America), introdusse l'imponente KT88.
Le sue specifiche tecniche potenziate la resero un popolare sostituto negli amplificatori hi-fi. La prima versione delle KT88 era sagomata nello stile ST, simile alla Tung-Sol 6550. Questa versione, di breve durata, fu presto sostituita dal caratteristico "cilindro senza spalle".
Il primo amplificatore popolare britannico ad utilizzare la KT88 fu il Leak TL50+. Il primo amplificatore popolare americano ad utilizzarla fu il Dynaco Mark III. Altri degni di nota furono l'Harman-Kardon Citation II, McIntosh MC75 e MC275 ed uno dei più grandi amplificatori per chitarra mai realizzati, il Marshall Major del 1967, utilizzava quattro KT88 a 650 volt per erogare 200 watt. Sebbene la 6550 fosse un tubo robusto, il funzionamento a oltre 550 volt in configurazione a triodo, quasi triodo o ultra-lineare era molto difficile da realizzare. La KT88 poteva invece gestire queste condizioni operative facilmente.
GE uscì con la 6550A con i lati dritti nel 1971. Fu chiamata 6550A, a causa dell'introduzione di un materiale esotico per le placche prodotto da Texas Instruments. Questo metallo, prodotto rivestendo un nucleo di rame e ferro con strati di alluminio, rendeva il tubo più affidabile con una maggiore stabilità di polarizzazione. Il metallo rivestito era migliore nel dissipare il calore della placca, riduceva l'emissione della placca e della griglia e i punti caldi sulla placca. Anche le KT88 ne soffrivano e furono costruite anch'esse con placche metalliche rivestite fino alla cessazione della produzione presso la MOV (Marconi Osram Valve).

La 6550 e la KT88 erano estremamente popolari negli amplificatori di fascia alta negli anni '70 e negli anni '80, inclusi quasi tutti i modelli prodotti da Audio Research, Conrad-Johnson, Theta e MFA. Gli amplificatori Jadis, apparsi nel 1983, sono stati progettati attorno alla KT88 e hanno fatto funzionare le loro KT88 in Classe A, al limite della loro dissipazione.
Per un certo periodo, tutti gli amplificatori per chitarra Marshall importati negli Stati Uniti erano dotati di 6550A invece che EL34, per una maggiore affidabilità. Tuttavia, Marshall tornò alle EL34 negli anni ottanta perché i loro amplificatori che utilizzavano 6550A non avevano il classico suono "crunch" di Marshall che così tanti musicisti amavano. I numerosi Mark Ill ancora in servizio mantennero popolari queste valvole, per non parlare dei McIntosh MC60, MC75, MC260, MC275, Heath W-6, la serie VT di amplificatori per chitarra di Peavey, gli SVT successivi di Ampeg e la maggior parte delle loro serie V, alcuni Fender Amplificatori PA, Hiwatt 400, Mesa-Boogie Bass-400 e vari modelli di Sunn, Risson, Sound City e Sundown. Sfortunatamente, le cose belle finiscono, soprattutto quando qualcuno offre una versione più economica. Questo è stato in parte causato dall'apparizione negli anni '80 della economica Shuguang 6550. Era nota per essere inferiore nella maggior parte dei casi e di breve durata a causa dei materiali catodici poveri, ma sembrava una Tung-Sol e costava circa la metà così buttò fuori la concorrenza. Alla fine le persone si resero conto di cosa stava succedendo, ma a quel punto ormai era troppo tardi. Shuguang offri anche una KT88, che si rivelò essere solo la loro 6550 con un grande involucro cilindrico che aveva più o meno la forma di una KT88.

Volendo fare qualche paragone con i tubi di produzione corrente possiamo dire che la 6550 di Tung-Sol, la GE 6550A e la Genalex MOV KT88 (questo si applica solo alla versione MOV Genalex Gold Lion originale) sono ancora le migliori in assoluto in termini di prestazioni complessive.
Furono realizzate con il tipo di cura che si vede raramente oggi.
RCA, GE, Raytheon e Sylvania hanno tutti ri-etichettato e venduto Tung-Sol negli anni '50 e negli anni '60, quindi molti tubi si presentano etichettati con questi o altri grandi nomi.